Distributori di automobili

Rivoluzione auto: ora si acquistano con i distributori automatici

Mentre stiamo facendo le corse per lo shopping natalizio Alibabà, il colosso cinese delle vendite online si appresta a rivoluzionare le modalità di vendita delle auto con i distributori automatici,  sistema finora adottato prevalentemente per la vendita di snack e bibite.

A seguito dell’accordo Ford dal prossimo anno i cinesi da gennaio 2018 potranno acquistare on line anche le automobili. L’intesa intende esplorare nuove possibilità di acquisto dei veicoli tramite canali digitali e progettare  futuristiche strutture di distributori automatici di automobili.

I clienti potranno usare il cellulare per  scegliere l’auto che a loro interessa. Grazie all’app Taobao di Alibaba, i potenziali clienti avranno modo di personalizzare il modello scelto in base ai propri gusti e desideri e prenotarlo per un test drive. Il ritiro avverrà presso appositi distributori automatici che, riconoscendo il cliente tramite scanner facciale, consentiranno il prelevo dell’automobile. Il tutto avverrà in modo automatico e l’automobile sarà consegnata al cliente un po’ come un tradizionale distributore fa con uno snack o una bibita.

A questo punto basterà un selfie o un codice per avere accesso al punto vendita automatizzato mediante sistema di riconoscimento facciale e prelevare l’auto. Ai consumatori con un alto profilo di merito creditizio verrà data la possibilità di avere in prova per tre giorni un modello, con un limite di cinque test in un periodo di due mesi.

L’accordo prevede una stretta collaborazione per lo sviluppo di tecnologia cloud computing e l’uso del sistema operativo AliOS che consentirà la vendita diretta ai consumatori via web delle auto del produttore statunitense, compresi i modelli ibridi ed elettrici. All’iniziativa di Alibaba, oltre a Ford, partecipano altre case automobilistiche come Audi, Mercedes-Benz, Bmw e Volvo.

Con un mercato automobilistico in forte sviluppo in Cina, che secondo McKinsey contribuirà a oltre la metà delle vendite del comparto a livello globale nel 2022, Alibaba cerca di posizionarsi al meglio con l’uso di mezzi tecnologici all’avanguardia, combinando l’impiego di risorse online e strutture offline.

Shangai e Nanchino saranno le città test da cui partirà la sperimentazione ma il colosso dell’e-commerce  ha in programma di installare distributori anche in altre città della Cina che, secondo la sua visione, rappresenteranno un fattore di trasformazione e di rinnovamento del settore auto.